sindrome da stress tibiale
periostite tibiale

sindrome da stress tibiale shin splints

La sindrome da stress tibiale mediale (conosciuta come shin splints o periostite tibiale) è una patologia da stress meccanico eccessivo sulla gamba, frequente negli atleti e nel personale militare. Il dolore si manifesta a livello della tibia, nel comparto anteriore, interno.

L’incidenza della sindrome da stress tibiale nei runners varia tra il 13 e il 20% e arriva fino al 35% nel personale militare. L’aumento del volume di lavoro, del carico ed esercizi ad alto impatto, possono predisporre a questa patologia e a lesioni da stress osseo. 

Sono più colpite le donne, le persone sovrappeso, obese o con alto indice di massa corporea, soggetti che presentano un atteggiamento del piede in pronazione (iperpronazione) o con un limitato movimento in dorsiflessione della caviglia (ossia quel movimento che consente al piede di flettersi verso la gamba).

Il sovraccarico meccanico determina molto spesso una periostite, ossia un processo infiammatorio al periostio (una membrana di tessuto connettivo che avvolge la parte esterna dell’osso): la sintomatologia dolorosa si manifesta quindi per l’effetto di traumatismi ripetuti a carico del periostio.  

La diagnosi è sostanzialmente clinica e prevede:

E’ noto che alcuni parametri biomeccanici come la pronazione eccessiva del piede* possono concorrere allo sviluppo di questa patologia. Cerchiamo ora di comprendere, più nello specifico, come avviene questo meccanismo nella corsa.

A differenza della camminata, durante la corsa, viene a mancare la fase di doppio appoggio del piede: in sostanza, se mentre camminiamo, c’è un momento in cui entrambi i piedi appoggiano a terra, quando corriamo, mettiamo a terra un piede alla volta. 

Un’altra importante differenza è l’aumento dell’angolo in varismo di tutto l’arto inferiore (vedi immagine). In pratica, durante la corsa, appoggiamo il piede più verso la mediana del nostro corpo (ossia la proiezione a terra del nostro baricentro). Questo fattore, determina a sua volta un appoggio aumentato sulla parte esterna dell’avampiede e, di conseguenza, un aumento della pronazione del piede.

biomeccanica running

Per un fenomeno meccanico dovute ad una coppia di forze, questo meccanismo determina un bending sulla tibia, ossia un aumento dello stress da tensione sul margine mediale della tibia stessa (vedi immagine successiva), che aumenterà le sollecitazioni sulla corticale mediale della dialisi della tibia (nell’immagine, la zona colorata di rosso). 

sindrome da stress tibiale mediale biomeccanica

Questa spiegazione non ci deve portare a demonizzare la pronazione del piede (come spesso purtroppo accade) poiché essa è un movimento fisiologico che deve avvenire per meglio dissipare le forze da impatto. 

Al contrario, questa chiave di lettura ci aiuta per meglio comprendere un meccanismo lesionale che può venire enfatizzato da alcuni elementi clinici (avampiede varo,  deficit di drosiflessione di caviglia, asse medicalizzato di sottoatsragalica, ecc.) , rilevabili attraverso una valutazione funzionale, che possono determinare un aumento eccessivo delle forze pronatorie e causare il problema appena descritto. 

 

 

 

Charles J. McClure; Robert Oh. Medial Tibial Stress Syndrome. StatPearls (2020)

** immagini tratte da Kevin Kirby

L’uso di ortesi plantari è una soluzione efficace per prevenire e trattare la sindrome da stress tibiale*. La riduzione delle forze esterne che aumentano il compenso in pronazione del piede, consente di trattare con successo questa patologia. L’immagine sottostante di Kevin Kirby rappresenta in maniera schematica ed intuitiva il cambiamento della disposizione delle forze di azione del suolo (GRF) per azione del plantare e la conseguente riduzione delle forze patologiche che determinano sollecitazioni sul margine mediale della tibia.

Un’attenta valutazione funzionale podologica aiuterà a comprendere l’eventuale presenza di deformità o deficit di mobilità del piede e dell’arto inferiore e a studiare il plantare più adatto per ogni specifico caso.

plantari per periostite tibiale

 

*Aynollah Naderi Hans Degens. Arch-support foot-orthoses normalize dynamic in-shoe foot pressure distribution in medial tibial stress syndrome. European Journal Sport Science.  2019 Mar;19(2):247-257